Il 2015 in crescendo di una sensuale Radwanska

E' stato un anno a due facce per Agnieszka Radwanska, recentemente in posa per uno sponsor in un'inedita versione sexy. Il trionfo alle Finals di Singapore rappresenta però il più dolce lieto fine... di ALESSANDRO MAGRINI
  • Salva
  • Condividi
  • 1/10 Dopo un difficile inizio, il 2015 di Agnieszka Radwanska si è concluso con il lieto fine del trionfo di Singapore. Da sempre Aga coniuga sensualità e semplicità. Foto Getty Images. Selezione di Fabio Bagatella. Diritti riservati.
    26 novembre 2015

    Il 2015 in crescendo di una sensuale radwanska

    di Alessandro Magrini

     

    Da anni Agnieszka Radwanska è una presenza costante nell’elite delle migliori giocatrici del mondo. Conferma la regola anche il 2015, nonostante la strada che ha portato la campionessa polacca a issarsi nelle prime cinque posizioni mondiali per la terza volta nelle ultime quattro stagioni sia stata più impervia del previsto.

     

    Dopo un avvio di annata decisamente sottotono, con un deludente quarto turno agli Australian Open ed un’infelice “campagna“ sul cemento nordamericano, la ventiseienne di Cracovia si era presentata ai "blocchi” della parentesi su terra addirittura al 14° posto del ranking. Sciolta la breve e mai “sbocciata” collaborazione con Martina Navratilova (durata dal Dicembre 2014 a fine Aprile), l’estate ha progressivamente risollevato le “quotazioni” della brava Aga . L’autunno poi ha definitivamente riportato il Sole: complice il successo di Tokyo, il primo stagionale, Radwanska è approdata alla WTA Finals di Singapore, conquistate grazie alla vittoria in finale sulla ceca Petra Kvitova.

     

    È il traguardo più prestigioso nella carriera di Agnieszka, che fresca di trionfo ha posato in un sexy photoshoot per uno dei suoi main sponsors, la Lexus (foto in alto): “L’inizio di stagione non è stato dei migliori, ma l’importante è in che modo finisci, non come inizi”, ha dichiarato la numero 5 del mondo. “Tutto è cambiato con i tornei sull’erba: sono tornata a sentirmi a mio agio sul campo, ho ritrovato sempre più fiducia nel mio gioco, prendendo le decisioni giuste nei momenti cruciali del match. Vincere partite estremamente combattute mi ha aiutato molto”.

     

    GUARDA LA NOSTRA GALLERY

     


    Sposta