BANDA ROSSA

San Pietroburgo: Berrettini fuori con Shapovalov (76 46 60)

0

Genova inizia a vestirsi d’azzurro

Presentata in Regione Liguria la sfida di Coppa Davis Italia-Francia, primo dei due impegni della nazionale che Genova ospiterà nel mese di aprile. Stanziati da Comune centomila euro per la messa a norma dell’impianto di Valletta Cambiaso, dove è iniziato il montaggio delle tribune. Da regolamento ITF, la capienza deve essere portata ad almeno 6.000 posti.
Genova inizia a vestirsi d’azzurro
0
Marco Caldara
16 March 2018

La Genova del tennis una Grande Sfida l’ha già ospitata quattro anni fa, con la tappa del Champions Tour (divisa con Milano) che portò al 105 Stadium quattro leggende del passato come McEnroe, Lendl, Ivanisevic e Chang, ma la sfida più grande ce l’ha di fronte adesso. Prima il quarto di finale di Coppa Davis fra Italia e Francia, dal 6 all’8 aprile, poi il play-off fra Italia e Belgio per il World Group I di Fed Cup, appena due settimane più tardi. Uno sforzo economico e logistico importante, che riporterà la nazionale a Valletta Cambiaso a nove anni dalla famosa Italia-Svizzera con in campo Federer e Wawrinka, e sta per entrare nel vivo. Nei giorni scorsi è iniziato il montaggio delle tribune mobili sullo Stadio Beppe Croce, la cui capienza – da regolamento ITF per i quarti di Davis – andrò portata fino ad almeno 6.000 posti, 500 in più di quanti ne vennero realizzati nel 2009, mentre nel primo pomeriggio di oggi, nella Sala Trasparenza della Regione Liguria, c’è stata la conferenza stampa di presentazione del primo dei due appuntamenti. “Ospitare i quarti di finale della Coppa Davis – ha detto Giovanni Toti, presidente di Regione Liguria è una grande opportunità per Genova e per la nostra regione, che potrà essere opportunamente valorizzata. L’arrivo di una manifestazione come questa è il frutto di un ottimo gioco di squadra in cui la regione si è impegnata da subito con grande emozione”. “Regione Liguria – ha detto invece Ilaria Cavo, assessore regionale allo sport – è consapevole del valore di questa manifestazione, sia dal punto di vista sportivo sia da quello turistico, per far conoscere meglio la città e la Liguria a tutte le persone che verranno da fuori. In più, faremo vivere il tennis anche in città, con degli eventi dedicati”.

Genova inizia a vestirsi d’azzurro

100.000 EURO PER GLI IMPIANTI
Per l’occasione, l’assessorato ai Lavori Pubblici e alle Manutenzioni del Comune di Genova ha stanziato centomila euro per gli interventi di messa a norma degli impianti: in particolare per la predisposizione delle adeguate uscite e vie di fuga, la sostituzione dei seggiolini dello stadio e la messa in sicurezza degli impianti elettrici, più tanti altri piccoli interventi per rendere l’impianto il più adeguato possibile all’evento. “La Coppa Davis – ha detto il sindaco della città Marco Bucciè un’ulteriore perla che si aggiunge alla lunga e ricca serie di eventi primaverili ospitati dalla nostra città. Su Valletta Cambiaso è stato fatto un lavoro molto importante”. Per l’evento organizzato da MyTennis, la società che gestisce il club e organizza il fortunato Challenger di fine estate, è stato lanciato anche un sito dedicato, www.italyvfrance.com, che raccoglie tutte le informazioni necessarie, comprese quelle sui biglietti, disponibili da lunedì 19 marzo sulla piattaforma Ticketone. Particolarmente interessante la possibilità di acquistare un pacchetto Davis+Fed Cup, coi prezzi che vanno dai 90 ai 180 euro in base alla posizione. All’apertura delle prevendite sarà possibile acquistare solamente il pacchetto che comprende i due eventi o l’abbonamento per le tre giornate della Davis (da 75€), mentre i biglietti per le singole giornate verranno messi in vendita solamente in una seconda fase. Almeno per la Davis c’è da scommettere che in termini di vendita dei tagliandi non ci sarà alcun problema, mentre resta da capire chi si presenterà a Genova per le due formazioni. Corrado Barazzutti e Yannick Noah hanno ancora una decina di giorni di tempo (il termine è il 27 marzo, dieci giorni prima del via) per presentare all’ITF i due quintetti scelti per la sfida.


Sposta