Dopo Gstaad, Fognini ha puntato Ginevra

Dopo Gstaad, Fognini ha puntato Ginevra

Nel giorno del suo 31esimo compleanno Fabio Fognini supera con due tie-break Tennys Sandgren e conquista la semifinale a Ginevra. Se la giocherà con Peter Gojowczyk, che ha battuto Seppi negando all'Italia un derby vista finale. L'ha già sconfitto sette giorni fa a Roma, e il tabellone è appetitoso. La Svizzera saprà portargli di nuovo fortuna?

Johnson fa tris e pensa a papà (e alle nozze)

Johnson fa tris e pensa a papà (e alle nozze)

Scene toccanti a Houston: Steve Johnson batte Tennys Sandren, bissa il titolo del 2017 e scoppia in lacrime pensando a papà, scomparso lo scorso anno. L'aveva visto giocare per l'ultima volta proprio in Texas. Un bel modo per ricordarlo in mondovisione, e anche per arrivare col sorriso al matrimonio, in programma fra sei giorni.

Fognini vince, ma fa brutta figura

Fognini vince, ma fa brutta figura

Continua il rocambolesco torneo di Fabio Fognini a Rio de Janeiro: dopo la splendida rimonta contro Bellucci, il ligure la spunta 7-6 al terzo contro Tennys Sandgren, salvando un match-point, e riconquista virtualmente la top-20. Tuttavia, il suo atteggiamento torna a far discutere per una (brutta) frase rivolta al giudice di sedia Carlos Bernardes.

Battere Djokovic facendo Djokovic. Chung può

Battere Djokovic facendo Djokovic. Chung può

Prestazione mostruosa di Hyeon Chung, che fa provare a Novak Djokovic tutto ciò che l'ex numero uno ha fatto provare per anni ai suoi avversari. Alza un muro di consistenza da fondo campo, vince tutti i punti importanti, e firma in tre set la vittoria più prestigiosa della sua carriera. "Nole" non è al 100%, ma il 21enne coreano ha giocato un tennis impressionante.

L'American Dream rimane vivo grazie a Tennys

L'American Dream rimane vivo grazie a Tennys

Con una grande prestazione, Tennys Sandgren batte anche Dominic Thiem. Unico americano ancora in gara, mostra un tennis di notevole qualità e centra i quarti. Quattro anni fa si operava all'anca, l'anno scorso perdeva al primo turno delle qualificazioni. Ha sorpreso per il notevole sangue freddo.

Si chiama Tennys, e ora può smettere di nasconderlo

Si chiama Tennys, e ora può smettere di nasconderlo

I problemi al ginocchio di Stan Wawrinka regalano una giornata di gloria a Tennys Sandgren, a secco negli Slam fino a tre giorni fa. Stanco delle domande sul nome particolare, il 26enne del Tennessee ha confessato di usarne spesso un altro, di fantasia. Ma dopo un successo così sarà tutto più facile. Ora sfida Marterer: la seconda settimana non è un miraggio.

Il maledetto traguardo dei top-100

Il maledetto traguardo dei top-100

Ogni tennista sogna di entrare nell'elite dei primi cento. Quest'anno ce l'hanno fatta in cinque: l'ultimo ad esserci riuscito è stato Tennys Sandgren, peraltro senza vincere un solo match nel circuito maggiore. “Ma non vedo l'ora di misurarmi contro avversari più forti”. E se il prossimo fosse Alessandro Giannessi?

Bolelli, sconfitta e (grande) nervosismo

Bolelli, sconfitta e (grande) nervosismo

Nella notte di Caltanissetta, il bolognese si arrende a Tennys Sandgren sciupando parecchie occasioni nel terzo set, salvo poi scaraventare con violenza la racchetta, per ben due volte. Una rabbia che non gli è propria. Lorenzi centra i quarti, KO Bellotti. Altri tre azzurri in gara giovedì. (Foto Walter Lo Cascio)

Sandgren, il Tennys nel destino

Sandgren, il Tennys nel destino

A quasi 26 anni, Tennys Sandgren festeggerà il suo primo main draw in uno Slam: ha conquistato la wild card per il Roland Garros grazie agli ottimi risultati nei Challenger su terra verde. Lo hanno chiamato così in onore alle sue origini svedesi. “Ma con un nome del genere, ho pensato che a tennis non sarei stato così male...”

Battaglia americana per una wild card a Parigi

Battaglia americana per una wild card a Parigi

Giro di boa per i Play-Off USTA con in palio una wild card per il Roland Garros. In questo momento, guidano il ranking Tennys Sandgren e la giovanissima Amanda Anisimova (15 anni!). Negli anni, si sono aggiudicati gli inviti giocatori che poi avrebbero fatto ottime cose. Qualche novità regolamentare tra gli uomini.