Johanna ha scelto l'ex guru di Wawrinka

Johanna ha scelto l'ex guru di Wawrinka

È Dimitri Zavialoff il nuovo coach di Johanna Konta: dopo qualche settimana di prova, la britannica ha deciso di assumerlo a tempo pieno. Il francese ha forgiato lo straordinario rovescio di Stan Wawrinka, poi aveva fatto miracoli con Timea Bacsinszky. Obiettivo top-10. Nuovo coach anche per la Mertens: ha scelto David Taylor.

San Pietroburgo: per il titolo è Klizan-Thiem

San Pietroburgo: per il titolo è Klizan-Thiem

A sorpresa, lo slovacco Martin Klizan fa fuori in rimonta anche Stan Wawrinka e conquista la seconda finale a San Pietroburgo, la settima in carriera. Curiosità: ne ha vinte sei su sei. Una tradizione positiva che proverà a portare avanti contro il numero uno del tabellone Dominic Thiem, passato in due set su Bautista Agut.

“Federer e Wawrinka in Davis? Difficile”

“Federer e Wawrinka in Davis? Difficile”

È l'opinione di Severin Luthi, capitano della Svizzera e co-allenatore di Federer. “Non esiste una formula perfetta per la Davis, sicuramente ci saranno delle critiche, ma il nuovo format merita una chance”. Sul ritorno dei suoi campioni è pessimista. “Potrei sbagliarmi, ma non credo che la riforma li convincerà a giocare”.

Sarà pure un anno di transizione, ma Wawrinka...

Sarà pure un anno di transizione, ma Wawrinka...

Messi finalmente alle spalle i problemi al ginocchio sinistro, Stan Wawrinka si sta ritrovando. “Sono contento della posizione in cui mi trovo – dice dopo aver battuto Dimitrov – posso giocare molto bene, anche se sono soggetto ad alti e bassi”. Per lui il 2018 è un anno di transizione, ma l'ultima volta che aveva messo piede a New York aveva vinto il torneo...

Il (deludente) big match lo gioca solo Wawrinka

Il (deludente) big match lo gioca solo Wawrinka

L'atteso primo turno fra Grigor Dimitrov e Stan Wawrinka lascia l'amaro in bocca agli appassionati: il bulgaro fallisce l'ennesima prova della sua stagione e cade in tre set, contro un Wawrinka che pian piano sta recuperando il suo miglior tennis. Negli ultimi 7 tornei Grigor ha vinto appena 6 partite: il rischio di non rivederlo alle Finals è sempre più concreto.

WC per Wawrinka, Azarenka e Kuznetsova

WC per Wawrinka, Azarenka e Kuznetsova

Ufficializzate le wild card dello Us Open 2018. Il vincitore di due anni fa, Stan Wawrinka, non dovrà giocare le qualificazioni. Stesso privilegio per Azarenka e Kuznetsova, che pure oggi avrebbero un ranking sufficiente. La USTA aveva in mano solo metà degli inviti: gli altri erano già assegnati sulla base di accordi e/o regolamenti.

Questo Kyrgios non fa neanche più divertire

Questo Kyrgios non fa neanche più divertire

Schiavo del suo personaggio e dei suoi atteggiamenti sconsiderati, Nick Kyrgios sta gettando via buona parte del talento di cui è stato omaggiato da Madre Natura. A Toronto gioca un set da favola, poi si “incarta” e lascia strada al redivivo Wawrinka. In conferenza stampa sbuffa, sbadiglia e dà risposte irritanti.

Donna vuole brillare di luce propria

Donna vuole brillare di luce propria

Da qualche anno, Donna Vekic è nota nell'ambiente per il fidanzamento con Stan Wawrinka: un'etichetta che le sta stretta, anche perché da giovane era considerata una possibile erede della Sharapova. Non è così, ma ha una bella occasione ai Championships. Nel frattempo, la sua Croazia sta facendo miracoli al Mondiale...

Thomas fa il gigante nel Tempio del tennis

Thomas fa il gigante nel Tempio del tennis

Un monumentale Thomas Fabbiano gioca la partita della vita contro Stan Wawrinka, spedendolo a casa da Wimbledon in tre set. Partito dalle qualificazioni, il pugliese domina gli scambi con un diritto in grande spolvero, e con un carattere d'acciaio frena i tentativi dello svizzero di riaprire il match. Dopo lo Us Open 2017, è di nuovo al 3° turno in uno Slam.

Seppi e Fabbiano all'assalto dei giganti

Seppi e Fabbiano all'assalto dei giganti

Buon esordio a Wimbledon per Andreas Seppi e Thomas Fabbiano: l'altoatesino passeggia contro John-Patrick Smith, il pugliese cancella una brutta partenza e batte in quattro set Yuki Bhambri, conquistando il suo primo successo londinese. Al secondo round avranno due giganti: Kevin Anderson (per Seppi) di statura, Stan Wawrinka (per Fabbiano) di spessore.

Murray ok, ma Wimbledon rimane un'incognita

Murray ok, ma Wimbledon rimane un'incognita

“Deciderò all'ultimo”. Neanche la vittoria su Stan Wawrinka scioglie i dubbi sulla partecipazione di Andy Murray a Wimbledon. “Vengo da un grave infortunio, il mio corpo e la mia salute vengono prima di tutto”. Il braccio funziona, le gambe anche, ma ci sono ancora tante incertezze.

Stan perde, ma ha ritrovato forma e fiducia

Stan perde, ma ha ritrovato forma e fiducia

A piccoli passi, Stan Wawrinka ha finalmente ritrovato una condizione fisica che gli permette di essere competitivo. Ci ha messo più di quanto si aspettasse, e difficilmente brillerà a Wimbledon, ma può tornare a porsi ambizioni importanti. "Ci sono alcuni dettagli - dice - che magari non saranno mai più gli stessi. Ma sono vicino al 100%".

Wawrinka non è ancora lui: uscirà dai top-200

Wawrinka non è ancora lui: uscirà dai top-200

Il finalista della passata edizione va fuori contro Guillermo Garcia Lopez. Precipiterà in classifica, ma è soddisfatto dei progressi e giura che il dolore al ginocchio sinistro non riguarda il vecchio infortunio. Adesso dovrà convincere Magnus Norman a continuare a lavorare con lui. “E giocare qualche Challenger non sarà un problema”.

Niente ingaggio: Wawrinka gioca gratis a Ginevra

Niente ingaggio: Wawrinka gioca gratis a Ginevra

Lo svizzero ci va giù duro con gli organizzatori del torneo di Ginevra, vinto nel 2016 e nel 2017. “Ho ricevuto un'offerta offensiva. Quella di Lione era molto interessante, ma tenevo a giocare in casa. Magari la gente non capisce, ma nessuno lavora gratis”. Esordirà oggi contro Donaldson e promette che non ci saranno condizionamenti.

Riavvicinamento tra Wawrinka e Norman!

Riavvicinamento tra Wawrinka e Norman!

La collaborazione tra Stan Wawrinka e Magnus Norman era finita sei mesi fa. Oggi lo svizzero sembra finalmente recuperato e, dopo aver partecipato all'inaugurazione della nuova sede dell'accademia di Norman, lo ha portato con sé in Svizzera. Effettueranno un blocco di allenamento in vista del rientro agonistico di Stan. E poi?

Wawrinka: la terra (e il rientro) si avvicina

Wawrinka: la terra (e il rientro) si avvicina

Prosegue alla grande la riabilitazione di Stan Wawrinka, che dopo un tentativo (andato male) di tornare nel circuito ha scelto di saltare la trasferta a Indian Wells e Miami. Lo svizzero si sta allenando da trenta giorni, attualmente al Monte Carlo Country Club. Mentre Federer ha scelto di snobbare di nuovo la terra, lui proverà a sfruttarla per rinascere.

Wawrinka si ferma: niente I.Wells e Miami

Wawrinka si ferma: niente I.Wells e Miami

I primi due mesi dell'anno sono stati fallimentari per Stan Wawrinka: il ginocchio è ancora in disordine, dunque salterà i Masters 1000 di Indian Wells e Miami. “Il mio obiettivo è tornare in tempo per la terra battuta”. L'impressione è che non abbia gestito al meglio la riabilitazione. Quanto manca una figura come Magnus Norman!

Eleganza Stan: niente ingaggio di Marsiglia

Eleganza Stan: niente ingaggio di Marsiglia

Costretto al ritiro per un dolore al ginocchio, Stan Wawrinka rinuncia all'ingaggio dell’Open 13 di Marsiglia. Una parte resterà al torneo, oltre 50.000 euro andranno a varie associazioni benefiche per i bambini. “Aveva già chiesto di restituire l'ingaggio in passato” dice il direttore Jean Francois Caujolle.

La missione olandese di Roger Federer

La missione olandese di Roger Federer

Roger Federer è arrivato a Rotterdam nel pomeriggio di domenica, con circa 72 ore d'anticipo sul suo match d'esordio. "Potevo restare a casa un altro giorno - ha detto - ma voglio preparare il torneo al meglio". Per conquistare i 156 punti che lo separano dal n.1 ATP dovrà vincere tre partite. Dovesse farcela, aggiungerebbe altri tre record preziosi al suo infinito palmarés.

Wawrinka torna già, e promette di star bene

Wawrinka torna già, e promette di star bene

Il palese ritardo di condizione mostrato a Melbourne pareva destinato a tenere Stan Wawrinka lontano dal Tour ancora per un po', invece lo svizzero è pronto a rientrare. A tre settimane dal secco KO contro Sandgren sarà in campo a Sofia. "Ho lavorato duramente sin dal mio ritorno dall'Australia - dice - e mi sento molto meglio".

Si chiama Tennys, e ora può smettere di nasconderlo

Si chiama Tennys, e ora può smettere di nasconderlo

I problemi al ginocchio di Stan Wawrinka regalano una giornata di gloria a Tennys Sandgren, a secco negli Slam fino a tre giorni fa. Stanco delle domande sul nome particolare, il 26enne del Tennessee ha confessato di usarne spesso un altro, di fantasia. Ma dopo un successo così sarà tutto più facile. Ora sfida Marterer: la seconda settimana non è un miraggio.

È Piatti-mania: parata di star a Bordighera

È Piatti-mania: parata di star a Bordighera

Nelle ultime due settimane i campi del nuovo Tennis Center di Riccardo Piatti a Bordighera hanno ospitato Novak Djokovic (con Andre Agassi), Stan Wawrinka, Tomas Berdych, Viktor Troicki, Borna Coric e altri big del tennis. Sono i primi successi simbolici di un progetto ambizioso, che può regalare all'Italia uno dei poli per l'allenamento più importanti d'Europa.

Il risentimento di Wawrinka, Mou-Baghdatis...

Il risentimento di Wawrinka, Mou-Baghdatis...

Torna il nostro appuntamento audio con Jacopo Lo Monaco. Cerchiamo di capire perché Stan Wawrinka ha convocato una conferenza stampa per non dire quasi nulla. La filosofia di Patrick Mouratoglou e il suo passato con Marcos Baghdatis. Arrivano le finali di A1: le gare a squadre funzionano? Tanto spazio alle vostre domande.

Stan non molla: «Gioco altri 3-4 anni»

Stan non molla: «Gioco altri 3-4 anni»

Nessun annuncio shock per Stan Wawrinka. Lo svizzero fa solo il punto della sua situazione in vista del 2018, con l'obiettivo di tornare in campo a Melbourne, anche se il ginocchio non è ancora al 100%. Dice che senza l'aiuto di Pierre Paganini avrebbe forse mollato, e dimostra di avere il dente avvelenato con Magnus Norman. Ma il nome del sostituto non c'è ancora.

Quadrifoglio Pouille, teste di serie e Fognini

Quadrifoglio Pouille, teste di serie e Fognini

Due ore di discussione nel nostro appuntamento audio con Jacopo Lo Monaco. La vittoria della Francia in Coppa Davis, con i retroscena della vigilia e la buona stella di Lucas Pouille. Uno sguardo alle nuove regole degli Slam e tutte le vostre domande, da cui nasce una riflessione più approfondita su Fabio Fognini.