Tsonga: quattro tornei per meritarsi la Davis

Tsonga: quattro tornei per meritarsi la Davis

Tornato in campo a 7 mesi dall'infortunio al ginocchio sinistro, Jo-Wilfried Tsonga ha perso all'esordio a Metz, ma è sembrato in buone condizioni. I francesi puntano a recuperarlo in vista della finale di Davis, e lui spera di convincere Noah: "Vorrà dire che avrò vinto tante partite". Per farcela ha quattro tornei: Orleans, Anversa, Vienna e Bercy.

Fucsovics e Thiem: due Re in 150 chilometri

Fucsovics e Thiem: due Re in 150 chilometri

A 36 anni dall'ultimo successo di Balasz Taroczy l'Ungheria torna a festeggiare un titolo ATP. Merito di Marton Fucsovics: entrato finalmente nei 100 lo scorso ottobre, l'ex n.1 juniores non si ferma più e sbanca Ginevra. Battuto in finale Gojowczyk. A Lione vince Thiem, dopo una poderosa rimonta contro Gilles Simon.

Ginevra non è Roma, Fognini KO con Gojowczyk

Ginevra non è Roma, Fognini KO con Gojowczyk

A otto giorni dalla vittoria di Fabio agli Internazionali d'Italia, la situazione si ribalta completamente a Ginevra. Fognini non trova continuità, il tennis del tedesco fa più male e stavolta il 6-4 6-4 è in suo favore. Se ne va una bella chance per conquistare un altro titolo ATP. Ora l'importante è far bene a Parigi, dove Fabio ha un buonissimo tabellone.

Dopo Gstaad, Fognini ha puntato Ginevra

Dopo Gstaad, Fognini ha puntato Ginevra

Nel giorno del suo 31esimo compleanno Fabio Fognini supera con due tie-break Tennys Sandgren e conquista la semifinale a Ginevra. Se la giocherà con Peter Gojowczyk, che ha battuto Seppi negando all'Italia un derby vista finale. L'ha già sconfitto sette giorni fa a Roma, e il tabellone è appetitoso. La Svizzera saprà portargli di nuovo fortuna?

Fallito Budapest, Seppi ci riprova a Ginevra

Fallito Budapest, Seppi ci riprova a Ginevra

L'altoatesino ha detto di aver accusato la chance mancata a Budapest per conquistare il suo quarto titolo ATP, ma può riprovarci in Svizzera, dove si è preso la rivincita con Cecchinato e dopo due successi in due set è ai quarti di finale. Non sarà una passeggiata, ma il tabellone non è proibitivo. Ai quarti anche Fognini.

Fognini tiene lontani i fantasmi: è Final Eight

Fognini tiene lontani i fantasmi: è Final Eight

Soltanto tensione e aspettative potevano impedire a Fognini di centrare i quarti al Foro Italico. Compare qualche spettro nel primo set, ma poi il cielo si schiarisce: all'undicesima apparizione, l'obiettivo è centrato. L'appetito vien mangiando, ma l'asticella si alzerà notevolmente: sfiderà Rafael Nadal.

Fab Fognini: altra meraviglia al Foro

Fab Fognini: altra meraviglia al Foro

A Roma il 16 maggio è di nuovo il giorno di Fabio Fognini: a un anno dal successo su Andy Murray, al Foro Italico il ligure firma un'altra impresa mandando al tappeto Dominic Thiem, secondo favorito per il successo finale. Match stupendo del numero uno azzurro, che la spunta nella battaglia e si crea una grande chance per arrivare ai quarti di finale.

Il nuovo American Dream di Frances Tiafoe

Il nuovo American Dream di Frances Tiafoe

Superando Peter Gojowczyk a Delray Beach, il baby americano conquista il suo primo titolo ATP. E pensare che il tedesco veniva da 14 vittorie consecutive contro gli americani... “È un sogno, spero di vincerne ancora molti altri”. La commozione del padre, immigrato dalla Sierra Leone per sfuggire alla guerra civile.

Non ti impegni? La garanzia te la scordi!

Non ti impegni? La garanzia te la scordi!

Gli organizzatori del torneo ATP di Auckland furiosi contro Jack Sock: avrebbe partecipato all’ABS Classic solo per incassare la garanzia di 100.000$, perdendo all’esordio senza impegnarsi e non onorando gli impegni concordati con gli sponsor. Per questo, il direttore del torneo Karl Budge è intenzionato a non pagare i soldi dell’ingaggio.

La favola silenziosa di Peter Gojowczyk

La favola silenziosa di Peter Gojowczyk

Al Moselle Open di Metz si completa col lieto fine la settimana da sogno di Peter Gojowczyk: il tedesco, partito dalle qualificazioni, approfitta del solito Benoit Paire, che un giorno fa e l’altro disfa, e conquista il primo titolo ATP in carriera. Il francese resiste solo nel primo set, poi sparisce dal campo. E non riesce a trattenere le lacrime.

Più genio che sregolatezza. Paire ride a Metz.

Più genio che sregolatezza. Paire ride a Metz.

Dopo essersi aperto il tabellone cancellando un match-point a David Goffin, Benoit Paire non tradisce. Supera in due set Nikoloz Basilashvili e si regala a Metz la quinta finale ATP in carriera. Ne ha vinta solo una, due anni fa a Bastad, ma è favoritissimo per il bis. Sfiderà il qualificato Peter Gojowczyk, mai così avanti nel Tour.

Donati forfait, ecco Gojowczyk

Donati forfait, ecco Gojowczyk

Il Challenger di Bergamo perde Matteo Donati per un problema alla schiena; gli subentra Caruso, che cede a Langer. Ai quarti di finale Gojowczyk, Herbert, Gerasimov e Chiudinelli...