Fritz apre la porta, Rublev la sbatte (ancora)

Fritz apre la porta, Rublev la sbatte (ancora)

Le Next Gen Finals hanno bocciato Taylor Fritz, ma lui ha promosso il format del torneo. A detta sua, tutte le persone con cui ha parlato pensano che questo tennis sia più emozionante. È il primo big a schierarsi apertamente a favore delle novità, mentre Rublev è sempre critico. E ne fa una (interessante) questione di rispetto per gli sforzi dei giocatori.

Caruana saluta Milano: «ho imparato tanto»

Caruana saluta Milano: «ho imparato tanto»

Termina con un'anonima sconfitta contro Andrey Rublev l'esperienza di Liam Caruana alle Next Gen ATP Finals. La bella figura fatta contro Fritz è rimasta un caso isolato, ma il romano del Texas è comunque soddisfatto del suo torneo. Ha fatto esperienza, ha osservato i migliori e capito cosa lo separa da loro. Ora deve provare a recuperare terreno.

Caruana perde ancora, ma può sorridere

Caruana perde ancora, ma può sorridere

Liam Caruana si arrende anche a Taylor Fritz, ma rispetto al suo primo match alle Next Gen ATP Finals gioca un tennis di tutt'altra pasta. Il romano del Texas vince il primo set e ha tre set-point nel tie-break del terzo, ricco di pathos e spettacolo. Tuttavia, l'entusiasmo non basta e la maturità di Fritz si fa sentire. Pazienza: l'importante è aver rialzato la testa.

L'approccio è amaro, ma Liam può migliorare

L'approccio è amaro, ma Liam può migliorare

Partono in salita le Next Gen Finals di Liam Caruana: il romano del Texas racimola quattro giochi contro Alex De Minaur, mostro di solidità e difesa. Per conquistare vittoria e vetta del girone B gli bastano 55 minuti, nei quali emerge la scarsa abitudine dell'azzurro a giocare a certi livelli. Il KO è duro da digerire, ma domani c'è già un'altra chance.

Caruana, un italiano d'America... a Rho

Caruana, un italiano d'America... a Rho

Crescere sul cemento americano lo ha certamente aiutato: Liam Caruana vince le qualificazioni italiane per le Next Gen Finals. Rappresenta senza incertezze l'Italia, ma ha un tipo di gioco atipico per noi. La sua classifica attuale (n.622 ATP) non è veritiera: spera di imitare il percorso di Quinzi, capace di dimezzare il suo ranking dopo l'esperienza a Rho.

Brancaccio, un milanista con la sciarpa dell'Inter?

Brancaccio, un milanista con la sciarpa dell'Inter?

Il napoletano di Spagna, numero 1 delle qualificazioni per le Next Gen ATP Finals, conquista la finale con un match perfetto contro Dalla Valle, e mostra qualità interessanti. Milanista fino al midollo, ha scommesso che in caso di approdo a Rho indosserebbe la sciarpa dei "cugini" dell'Inter.

Baby Italia: Brancaccio e tre sorprese

Baby Italia: Brancaccio e tre sorprese

Tre risultati contro classifica al primo turno delle qualificazioni italiane per le Next Gen Finals. L'unico a rispettare i pronostici è Raùl Brancaccio: numeri alla mano, il campano che si allena da Ferrer è strafavorito per Rho, ma i risultati di venerdì mettono sull'attenti. Occhio all'adattabilità al rapido di Caruana e all'entusiasmo di Dalla Valle.

Baldi accende il Foro, in una giornata così così

Baldi accende il Foro, in una giornata così così

L'impresa di Filippo Baldi, che cancella un match-point a Marton Fucsovics e la spunta per 7-6 6-7 7-5 dopo oltre tre ore di battaglia, dà una pennellata d'azzurro a una prima giornata degli Internazionali poco italiana. Dei giocatori passati dalla lunga trafila delle pre-qualificazioni, il lombardo è stato l'unico a vincere una partita.

Un po' USA, un po' Argentina, ma Liam è italiano

Un po' USA, un po' Argentina, ma Liam è italiano

La pioggia di ritiri ad Auckland consente a Liam Caruana di esordire nel circuito ATP. Il romano trapiantato negli Stati Uniti gioca un buonissimo match, come qualità e atteggiamento, contro il top-50 Steve Johnson. Nel secondo set ha avuto quattro setpoint. Al suo angolo, un top coach: Mariano Monachesi.

Filippo Baldi va a braccio sciolto

Filippo Baldi va a braccio sciolto

“Giocare libero, lasciar andare il braccio”. È la missione di Filippo Baldi, la cui carriera è svoltata negli ultimi tre mesi. Ha scalato oltre 300 posizioni ed è partito bene anche a Brescia, vincendo un match molto tirato contro Liam Caruana. “10 giorni fa ho dato una sistemata al servizio: sta funzionando”.

Una (strana) giornata nel tennis del futuro

Una (strana) giornata nel tennis del futuro

Con il via alle qualificazioni italiane per le Next Gen ATP Finals, le regole sperimentali hanno fatto il loro esordio del tennis "pro". Fra set ai quattro game, let al servizio che non ci sono (o non ci dovrebbero essere), il controsenso della superficie di Basiglio, i progressi di Quinzi, la magia di Balzerani, un brutto Berrettini paralizzato dalla pressione e un giudizio ancora da costruire. (Foto di Francesco Panunzio)

Coppa Valerio De Galea: vince la Francia, azzurri ko in semifinale

Coppa Valerio De Galea: vince la Francia, azzurri ko in semifinale

Al Tc Venezia, l'under 18 maschile italiana si ferma in semifinale con i francesi. Secondo posto per la Germania, terzo per l'Ungheria... di ROBERTO BONIGOLO