Sorpresa Pieri: a New York ride la Toscana

Sorpresa Pieri: a New York ride la Toscana

Nelle qualificazioni dello Us Open sorprende Jessica Pieri, che la spunta sull'ex top-50 Danka Kovinic, confermando di trovarsi bene negli appuntamenti importanti. Al secondo turno anche Paolini e Trevisan: sono tutte toscane. Fuori invece Chiesa e Di Giuseppe. Nel maschile bella vittoria per Gaio, che batte Rosol e può sognare il main draw.

Le nuove ambizioni di Martina Trevisan

Le nuove ambizioni di Martina Trevisan

Discreta presenza azzurra anche nelle qualificazioni femminili: la più attesa è Martina Trevisan, reduce da un ottimo torneo a Vancouver. La qualità delle avversarie battute fa pensare che possa arrivare a sfidare la Lepchenko. In gara anche Chiesa, Paolini, Pieri e la new entry Martina Di Giuseppe.

«Schiavo»: con Parigi è sempre amore

«Schiavo»: con Parigi è sempre amore

La prima vittoria stagionale di Francesca Schiavone arriva al suo amato Roland Garros. La milanese supera il primo turno delle qualificazioni e può puntare alla sua diciottesima partecipazione consecutiva nel main draw. "La mia ultima volta qui? Non so". Passa anche Deborah Chiesa, eliminata la Paolini. Nel maschile fuori Sonego, al 2° turno restano in 4.

Sara, niente rivincita: troppa Mertens

Sara, niente rivincita: troppa Mertens

Doveva essere la rivincita del duello di Fed Cup, invece la sfida fra Sara Errani ed Elise Mertens nei quarti di finale del WTA di Rabat finisce come a Genova. La belga, in condizioni strepitose, lascia appena 4 giochi e vince la decima partita di fila, ma l'azzurra gioca comunque un match positivo. Va a Madrid con buona fiducia. Paolini eliminata a Praga.

Sara, Camila e l'apprendista Jasmine

Sara, Camila e l'apprendista Jasmine

Tris azzurro nei quarti di finale dei due tornei WTA della settimana. A Praga si conferma Jasmine Paolini, che batte anche Anna Karolina Schmiedlova e si regala il primo quarto nel Tour. Fra le ultime otto anche Camila Giorgi, a segno sulla Torpatsch. A Rabat vince e convince Sara Errani: domani per la romagnola c'è un'intrigante rivincita con Elise Mertens.

Paolini, una vittoria che profuma di svolta

Paolini, una vittoria che profuma di svolta

Splendido successo di Jasmine Paolini a Praga: batte la top-20 Daria Kasatkina. La russa si è infortunata sul 3-3 nel secondo, ma fino ad allora Jasmine l'aveva bombardata a suon di dritti vincenti, denotando una notevole personalità. Praga potrebbe essere il punto di svolta della sua giovane carriera. OK anche la Giorgi.

Errani-Paolini per sfatare il tabù genovese

Errani-Paolini per sfatare il tabù genovese

L'Italia ha perso gli ultimi match organizzati a Genova: Tathiana Garbin pianifica il riscatto e sceglie Jasmine Paolini per sfidare la top-20 Elise Mertens. Partita complicata: le chance di ritrovare il World Group I passano dai due singolari della Errani. Ma dove possiamo artigliare il terzo punto?

Dopo la pioggia, arriva la tempesta Giorgi

Dopo la pioggia, arriva la tempesta Giorgi

Altra grande prestazione di Camila Giorgi nella piovosissia Lugano: la maceratese lascia appena tre game a Alison Van Uytvanck e conquista i quarti di finale. I segnali sono davvero positivi, e dicono che la terra, storica nemica, non sempre più un problema. Ai quarti c'è la Sabalenka. A Bogotà eliminata (con rimpianti) Jasmine Paolini.

La Errani firma il pari, Tathiana può sperare

La Errani firma il pari, Tathiana può sperare

Si chiude sull'1-1 la prima giornata di Italia-Spagna. Jasmine Paolini gioca un match dignitoso ma cede a Carla Suarez Navarro, mentre la Errani lascia la miseria di due game alla Arruabarrena. Potrà dire la sua anche contro la Suarez. L'assenza di Garbine Muguruza ci sta dando una grossa mano: sarà decisiva?

Polonia, Ghana, Italia: è il giorno di Jasmine

Polonia, Ghana, Italia: è il giorno di Jasmine

FED CUP, L'INTERVISTA - Esordio da titolare per Jasmine Paolini, impegnata in un match sulla carta impossibile contro la Suarez Navarro. Qualche mese fa siamo andati a trovarla: una grande esplosività si "scontra" con misure fisiche che non l'aiutano. Ha un gran dìritto, un ottimo timing sulla palla e la ferma volontà di sfondare. Qualità che potrebbero sorprenderci.

Paolini ed Errani per tentare il miracolo

Paolini ed Errani per tentare il miracolo

Il ballottaggio Paolini-Chiesa premia la prima: sarà Jasmine ad aprire il duello di Fed Cup fra Spagna e Italia, contro Carla Suarez Navarro. In seguito, al PalaTricalle di Chieti toccherà a Errani-Arruabarrena. Per sperare l'Italia deve chiedere due punti a "Sarita", ma non è detto che bastino. Per evitare i play-out servirà un vera impresa.

Zero su tre, ma abbiamo ancora cartucce

Zero su tre, ma abbiamo ancora cartucce

Inizia male il 2018 dei giocatori italiani: subito fuori Fabbiano, Cecchinato e Paolini. Il pugliese si fa trattare alla schiena, ma riesce a ultimare il suo match. Altri cinque azzurri in gara martedì: nella notte, affascinante sfida tra Barbora Strycova e Sara Errani. In campo anche la Giorgi e un tris di uomini a Doha.

Italia, devi sperare nei litigi spagnoli

Italia, devi sperare nei litigi spagnoli

L'urna della Fed Cup è severa con l'Italia di Tathiana Garbin: i prossimi 10-11 febbraio ospiteremo la Spagna. Con le Furie Rosse al completo non dovrebbe esserci partita, ma stanno vivendo una delicata transizione tra capitani, dopo che la RFET non aveva avvisato le giocatrici dell'intenzione di destituire Conchita Martinez.

Il lunedì nero del tennis italiano

Il lunedì nero del tennis italiano

Non capita spesso di avere sei italiani in gara a livello ATP nella stessa settimana. È successo in questa, fra Metz e San Pietroburgo, ma l’inizio è stato terribile: subito fuori Lorenzi in Russia, e Seppi e Giannessi in Francia, dove si qualifica (col brivido) Simone Bolelli. Non va meglio fra le donne: in Cina la Paolini raccoglie appena due game.

Italdonne: The End?

Italdonne: The End?

Le nostre Fab Four si sono ritirate, sono prossime al ritiro o in piena crisi di identità. Dietro di loro, un buco generazionale enorme. Ma come si è arrivati a questa situazione? La FIT non ha voluto parlare, né farci varcare il cancello del Centro Tecnico di Tirrenia. E allora abbiamo scomodato tecnici, coach ed ex giocatrici. Ne è uscito un panorama allarmante.

Un poker in rosa che profuma di novità

Un poker in rosa che profuma di novità

La pattuglia italiana nelle qualificazioni dello Us Open perde cinque giocatori al primo turno, ma ne porta ben otto al secondo. La bella notizia è il quattro su quattro delle ragazze: hanno vinto tutte, comprese le esordienti Rosatello e Brescia. Vittoria al debutto Slam anche per Berrettini, che passa insieme a Bellotti, Travaglia e un ottimo Bolelli, già capace di superare le “quali” a Parigi e Wimbledon.

I primi segnali della nuova Italia, made in Toscana

I primi segnali della nuova Italia, made in Toscana

Martina Trevisan e Jasmine Paolini sono i migliori ricambi che il tennis azzurro al femminile può proporre nell’immediato. Per la prima volta sono entrambe impegnate in un torneo WTA, sulla terra di Bastad. Niente di eccezionale, ma comunque un passo incoraggiante verso quell’obiettivo top-100 che non sembra irraggiungibile.

Tathiana verso il WG: “O si vince o si impara”

Tathiana verso il WG: “O si vince o si impara”

L'Italia sarà chiamata a un compito molto difficile: misurarsi con il nuovo World Group con una squadra che, ad oggi, non sembra così attrezzata. “Come è difficile per noi, lo sarà per gli altri” dice la Errani. Capitan Garbin vede tutto come una grande sfida. Molto difficile un rientro della Giorgi: per essere convocata, ci vuole la tessera FIT...(Foto di Ray Giubilo)

La “prima” della Rosatello, Taipei senza top-300

La “prima” della Rosatello, Taipei senza top-300

FED CUP – Ecco le convocazioni per il delicato spareggio di Barletta: Tathiana Garbin conferma, per tre quarti, la squadra di Forlì. Al posto della Schiavone entra Camilla Rosatello, già quinta giocatrice a febbraio. Taipei dovrà fare a meno di Hsieh e anche della Chang. Occhio al format della competizione: il match potrebbe valere il World Group.

L'Italia (vecchia e nuova) parte male a Biel

L'Italia (vecchia e nuova) parte male a Biel

Due sconfitte in altrettanti match per le azzurre al neonato torneo svizzero: Roberta Vinci si arrende con un doppio 6-4 a Krystina Pliskova (nella Race stagionale è fuori dalle top-50), mentre Jasmine Paolini si ferma a un passo dal main draw contro la 17enne ceca Marketa Vondrousova. Martedì esordirà Camila Giorgi.

La Errani salva la Festa della Donna azzurra

La Errani salva la Festa della Donna azzurra

Una cattiva giornata a Indian Wells viene salvata in extremis da Sara Errani. La romagnola porta a casa un brutto match contro Mandy Minella (molto sciupona...) e adesso trova la Strycova. In precedenza, eliminate Francesca Schiavone e Camila Giorgi. La vittoria di Sarita è ancora più preziosa, viste le difficoltà incontrate in Cina da Paolini e Trevisan.

Jasmine saluta, Tommy fa un altro passo avanti

Jasmine saluta, Tommy fa un altro passo avanti

AUSTRALIAN OPEN - Termina all’esordio la prima esperienza nelle “quali” Slam di Jasmine Paolini, battuta in due set dalla coetanea slovacca Rebecca Sramkova. Vince ancora, invece, Thomas Fabbiano: rimonta un set a Santillan e annusa il main draw. Sfida decisiva col brasiliano Ghem.

L’Italia under 21 in gonnella batte un colpo

L’Italia under 21 in gonnella batte un colpo

A un anno dall’ultima volta, il tennis tricolore tornerà a essere rappresentato nelle qualificazioni di un torneo del Grande Slam. La notizia è doppiamente positiva, perché il merito è di una giovane: Jasmine Paolini, 21 anni, numero 215 del mondo, si è meritata l'Australian Open. Con lo zampino di Renzo Furlan.

Imola: Paolini si ferma, Danilidou e Sabino vincono il doppio

Imola: Paolini si ferma, Danilidou e Sabino vincono il doppio

Nell'itf di Imola, Jasmine Paolini ko in semifinale contro la grande favorita Michaella Krajicek. Eleni Danilidou e Lisa Sabino vincono il torneo di doppio...

Imola: Paolini in semifinale, Dentoni e Chiesa out

Imola: Paolini in semifinale, Dentoni e Chiesa out

La 20enne toscana Jasmine Paolini approda alle semifinali dell'Itf di Imola. Niente da fare per Corinna Dentoni e Deborah Chiesa...