Roberto Brogin e il miracolo canadese

Roberto Brogin e il miracolo canadese

Ha girato il mondo seguendo tanti professionisti: partito dai più piccoli tornei Futures, ora è diventato Head National Coach di Tennis Canada ed è tra gli artefici del miracolo canadese che punta a dominare il tennis del prossimo futuro. E la stella più luminosa è Felix Auger-Aliassime, che oggi affronterà Matteo Berrettini nella finale dell'ATP di Stoccarda

Per Felix non è una questione di cuore

Per Felix non è una questione di cuore

I problemi cardiaci che lo avevano costretto al ritiro allo Us Open non sono nulla di grave: “Da allora ho giocato 6-8 tornei senza problemi”. Anche per questo, Felix Auger Aliassime punta a giocare una grande stagione. L'obiettivo sono i top-50 ATP, e magari giocare il doppio con Denis Shapovalov.

Il derby del futuro rimane... senza respiro

Il derby del futuro rimane... senza respiro

Epilogo amaro per l'atteso match tra Denis Shapovalov e Felix Auger Aliassime. La vicenda agonistica viene cancellata dai problemi fisici di Auger Aliassime, costretto al ritiro per un problema di tachicardia, probabilmente dovuto al caldo e allo sforzo. “Ma gli ho detto che ci rivedremo presto, magari in una finale” dice Shapovalov.

Auger Aliassime, “ragioniere” a 18 anni

Auger Aliassime, “ragioniere” a 18 anni

Il baby canadese viene da quattro mesi di fila sulla terra battuta. Anziché scegliere soluzioni più comode, ha optato per un progetto a lungo termine, fatto di esperienze lontano da casa. Non ha giocato Wimbledon e nemmeno i Challenger sotto casa. I canadesi lo attendono alla Rogers Cup: gli hanno assegnato una doppia wild card.

I ragazzi del 2000 all'ASPRIA Tennis Cup

I ragazzi del 2000 all'ASPRIA Tennis Cup

Una bella entry list lancia la tredicesima edizione dell'ATP Challenger di Milano. Presso l'ASPRIA Harbour Club di Milano arriveranno Felix Auger Aliassime e Nicola Kuhn, due diciottenni dal grande avvenire. In campo anche quattro azzurri (occhi puntati su Quinzi e Donati), senza dimenticare l'ex top-10 Tommy Robredo.

L'esordio agrodolce di Felix Auger Aliassime

L'esordio agrodolce di Felix Auger Aliassime

Grazie a una wild card, il 17enne canadese ha esordito nel circuito maggiore. Mostrando sprazzi di ottimo tennis, ha messo alla frusta il n.38 ATP Filip Krajinovic. “Il mio obiettivo era restare mentalmente in partita e l'ho fatto: è un punto di partenza”. È il quarto più giovane di sempre a entrare tra i top-200 dopo Gasquet, Nadal e Hewitt. Intanto va fuori Wawrinka.

Niente più tornei junior per Popyrin

Niente più tornei junior per Popyrin

Il recente campione del Bonfiglio e del Roland Garros ha scelto di dedicarsi all'attività professionistica. Nato in Australia da genitori russi, si è spostato prima a Dubai e poi in Spagna, per imparare a giocare sulla terra battuta. A giudicare dai risultati junior, lo ha fatto molto bene. E Mouratoglou punta forte su di lui.

Félix Auger-Aliassime, la carica dei…2000

Félix Auger-Aliassime, la carica dei…2000

L’enfant prodige canadese, nato lo stesso giorno di Roger Federer, si assicura il primo Challenger in carriera a soli 16 anni. Con questo exploit, Auger-Aliassime diventa il settimo tennista più giovane nella storia a compiere un’impresa di tale portata.