La Kerber punta sul talismano Schuettler

La Kerber punta sul talismano Schuettler

La carriera di Angelique Kerber cambiò nel 2011, quando si allenò per qualche settimana presso l'accademia di Schuettler-Waske a Offenbach. Sette anni dopo, a seguito della brusca separazione con Wim Fissette, la tedesca riparte dall'ex top-5 ATP. Non ha esperienza nel circuito femminile, ma è un gran lavoratore.

Sloane completa il quartetto delle sorprese

Sloane completa il quartetto delle sorprese

Definite le semifinali delle WTA Finals 2018, che non vedranno in campo nessuna delle prime cinque del mondo. L'ultimo posto se lo prende Sloane Stephens, che approfitta di una pessima Kerber (38 gratuiti in due set) e prenota il duello con Karolina Pliskova. L'altra sfida sarà fra Bertens e Svitolina. Possono vincere tutte.

Bertens, tutto cambia in dodici mesi

Bertens, tutto cambia in dodici mesi

Nella scorsa off-season Kiki Bertens aveva meditato di dire basta col tennis, perché malgrado dei buoni risultati non si sentiva bene con se stessa. Tuttavia, i pensieri negativi sono volati via in fretta, sgomberando il campo per la miglior stagione della sua vita. La olandese è in semifinale alle WTA Finals dopo il ritiro della Osaka, e può fare altra strada.

La dura legge della (mai doma) Kerber

La dura legge della (mai doma) Kerber

Naomi Osaka lotta per due ore e mezza anche contro Angelique Kerber, ma la sua casellina delle vittorie a Singapore è ancora vuota. Troppi errori e un paio di ingenuità nei momenti chiave la condannano alla sconfitta, in un duello che rilancia invece la Kerber. Venerdì si giocherà l'accesso in semifinale nel match contro Sloane Stephens.

Kiki Bertens, l'urlo (di gioia) di una miracolata

Kiki Bertens, l'urlo (di gioia) di una miracolata

L'olandese ha potuto giocare il Masters grazie al forfait di Simona Halep. Dopo aver scontato l'emozione nel primo set, ha fatto valere una gran potenza nel match contro Angelique Kerber, domata alla distanza. Hanno fatto la differenza un paio di game nel terzo set: sembravano perduti, ha finito con artigliarli. La semifinale è a portata di mano.

A Singapore si parte a fari spenti, però...

A Singapore si parte a fari spenti, però...

Senza Simona Halep e Serena Williams, sarà un Masters femminile un po' zoppo. Tuttavia, l'equilibrio potrebbe garantire un bello spettacolo. Difficile azzardare pronostici, anche se i precedenti favoriscono Kvitova e Stephens. Occhio a Naomi Osaka. Che Kerber sarà dopo la separazione con Fissette?

Angelique Kerber e Wim Fissette si separano!

Angelique Kerber e Wim Fissette si separano!

Alla vigilia delle WTA Finals, la tedesca annuncia la separazione con il coach che l'ha riportata ai vertici, e con cui ha vinto Wimbledon. Negli ultimi tre mesi ha raccolto pochi successi, ma lo scorso weekend erano ancora in campo insieme. Giocherà le WTA Finals senza coach, poi deciderà il da farsi per il futuro.

L’Armstrong fa un’altra vittima: va fuori la Kerber

L’Armstrong fa un’altra vittima: va fuori la Kerber

Dopo Halep, Muguruza e Wozniacki, il nuovo Louis Armstrong Stadium accoglie anche l'eliminazione di Angelique Kerber, sconfitta dalla Cibulkova. La campionessa di Wimbledon vince il primo set ma poi subisce l'iniziativa della slovacca, promossa grazie a 40 colpi vincenti. Fuori prima della seconda settimana tre delle prime quattro teste di serie.

Dopo 12 set, Madison sfata il tabù Kerber

Dopo 12 set, Madison sfata il tabù Kerber

Il big match femminile del giovedì di Cincinnati va a Madison Keys, che dopo sei sconfitte di fila trova la via per battere Angelique Kerber sul cemento. La campionessa di Wimbledon va avanti di un set e un break, ma i 55 winner della statunitense si fanno sentire. Rimonta, chiude 6-4 al terzo e si giocherà l'accesso in semifinale con la sorprendente Aryna Sabalenka.

Alize e il “vizietto” di battere le più forti

Alize e il “vizietto” di battere le più forti

Diciassettesima vittoria contro una top-10 per Alize Cornet. Il sorteggio di Montreal le aveva messo contro le due finaliste di Wimbledon, ma poi è arrivato il forfait di Serena Williams. Si è meritata la fortuna lasciando cinque game ad Angelique Kerber, raccogliendo un buon numero di punti a rete. Un mese fa ha cambiato coach.

Il coach che sa come battere Serena Williams

Il coach che sa come battere Serena Williams

Nella sua giovane carriera, già molto brillante, Wim Fissette ha trovato la chiave per battere Serena Williams con quasi tutte le sue giocatrici. Il segreto? Non cercare i punti deboli di Serena, ma concentrarsi sui punti forti delle sue allieve. Con il suo aiuto, la carriera di Angelique Kerber è rifiorita. Fino al miracolo di Wimbledon.

I campioni di Wimbledon siamo noi!

I campioni di Wimbledon siamo noi!

Non soltanto Novak Djokovic e Angelique Kerber: i Championships hanno messo in palio la bellezza di 16 titoli. Il prestigio e la visibilità non sono gli stessi, ma tutti potranno fregiarsi del titolo di “Campioni di Wimbledon”. Ve li mostriamo tutti in un'imperdibile gallery.

Angie, visto che mamma aveva ragione?

Angie, visto che mamma aveva ragione?

Una sconfitta al primo turno di Wimbledon, sette anni fa, aveva convinto Angelique Kerber a mollare il tennis. “Non è lo sport per me” disse a mamma Beata, che la invitò a ricostruirsi in un'accademia. Vinte le perplessità, convinta dalla Petkovic, la tedesca lo ha fatto e la sua vita è cambiata. Il Rosewater Dish è suo: niente festa per Serena Williams.

Kerber: «senza il 2017 oggi non sarei qui»

Kerber: «senza il 2017 oggi non sarei qui»

PAROLA ALLA VINCITRICE - Secondo Angelique Kerber buona parte del suo successo a Wimbledon è stato costruito nel 2017, l'anno più difficile della sua carriera. Sembrava sparita, invece è tornata più forte. "Sono una giocatrice migliore, e ho realizzato il sogno di quando ero bambina. Fino a due settimane fa non ci avrebbe creduto nessuno".

Serena: «un grande step, ma la strada è ancora lunga»

Serena: «un grande step, ma la strada è ancora lunga»

PAROLA ALLA FINALISTA - È mancato il lieto fine, ma il torneo di Wimbledon di Serena Williams resta un grande esempio, sotto più fronti. È tornata super competitiva a pochi mesi dal parto, e ha trovato tante delle risposte che cercava. “Ho capito che posso ancora competere per vincere i tornei del Grande Slam”.

Angelique è tornata un muro, Serena è avvisata

Angelique è tornata un muro, Serena è avvisata

La restaurazione della Kerber è completata: dopo un 2017 da dimenticare la tedesca ha ritrovato le motivazioni, ha messo di nuovo il tennis al centro di tutto e ne sta raccogliendo i frutti. Sul Centre Court ha portato Jelena Ostapenko a scuola di tattica, conquistando la sua seconda finale a Wimbledon grazie a una difesa monstre. Contro Serena avrà una chance.

Ostapenko: dalle stalle alle stelle in 44 giorni

Ostapenko: dalle stalle alle stelle in 44 giorni

L'eliminazione all'esordio al Roland Garros, dove difendeva il titolo del 2017, poteva uccidere moralmente Jelena Ostapenko, invece è servita a scuoterla. Si vedono gli effetti a Wimbledon: grazie alla vittoria contro Dominika Cibulkova, la quinta in due set del suo torneo, la ventunenne lettone è in semifinale. "Punto a vincere un altro Slam".

Angelique tiene i piedi per terra, ma può sognare

Angelique tiene i piedi per terra, ma può sognare

Angelique Kerber è la testa di serie più alta rimasta in gara nella parte alta del tabellone di Wimbledon, e ha conquistato gli ottavi giocando un match perfetto contro Naomi Osaka. L'ex numero uno del mondo dice di badare solo a se stessa e non ai risultati delle altre, ma ha una chance concreta per arrivare in fondo. A partite dal confronto con una ritrovata Belinda Bencic.

Federer anche nel 2019: sì alla Hopman Cup

Federer anche nel 2019: sì alla Hopman Cup

Accettando di partecipare alla Hopman Cup per il terzo anno consecutivo, Roger Federer assicura di giocare per almeno un'altra stagione. Negli ultimi due anni, la sortita a Perth è stata propedeutica al successo all'Australian Open. Confermata anche la Germania di Zverev e Kerber. Biglietti già in vendita.

Simona ci mette la testa, alla Wawrinka

Simona ci mette la testa, alla Wawrinka

Simona Halep conquista la semifinale al Roland Garros per la terza volta in carriera, vincendo un incontro tutt'altro che banale contro Angelique Kerber. Un primo set perso al tie-break dopo aver recuperato da 0-4 poteva lasciare il segno, invece la n.1 WTA domina secondo e terzo, e punta l'indice alla tempia. "È stata una vittoria di testa".

Brava Dasha, ti sei conquistata... l'hotel!

Brava Dasha, ti sei conquistata... l'hotel!

Daria Kasatkina aveva affittato una casa a Parigi... fino al 4 giugno. Dovrà abbandonarla per spostarsi in hotel perché ha centrato i quarti di finale, vincendo una bella partita contro Caroline Wozniacki. I francesi iniziano ad innamorarsi di lei, anche perché si è presa i complimenti di Fabrice Santoro.

Elina indossa il cappellino, ma vuole la corona

Elina indossa il cappellino, ma vuole la corona

Ottava vittoria consecutiva al Foro per Elina Svitolina. Batte in due set la Kerber ed è più matura rispetto a dodici mesi fa: fisicamente tirata a lucido, cinica nei momenti importanti, sembra pronta a compiere l'ultimo step: arrivare in fondo a uno Slam. Intanto punta a difendere il titolo a Roma, dove difende la sua privacy... indossando mille cappellini.

Fissette: “Rivedrete la miglior Kerber”

Fissette: “Rivedrete la miglior Kerber”

Tre giorni dopo la batosta in Fed Cup, Angelique Kerber si prende una sontuosa rivincita su Petra Kvitova al torneo di Stoccarda. Lo ha vinto nel 2015 e nel 2016, ma la terra non è la sua superficie. “Quest'anno sarà importante perché preparerà cose che le serviranno su erba e cemento. Ma se prende fiducia in fretta..."

La magia di Miami riporta Mamma Vika tra le top-100

La magia di Miami riporta Mamma Vika tra le top-100

Due anni dopo, Victoria Azarenka torna a battere una top-10. Con un convincente 7-5 6-3 su Karolina Pliskova si assicura il rientro tra le top-100. Ogni volta che è arrivata in semifinale, ha vinto il torneo. “Volevo vedere a che punto sono: credo di aver trovato le risposte giuste”. Adesso trova Sloane Stephens.

Dasha, la grande attesa è terminata. Forse

Dasha, la grande attesa è terminata. Forse

Una prestazione straordinaria contro Angelique Kerber, battuta con un duro 6-0 6-2, riporta alla ribalta il grande talento di Daria Kasatkina. Lunedì diventerà numero 1 di Russia e da quest'anno è tornata a lavorare con il belga Philppe Dehaes, il primo che ne aveva intuito le potenzialità. “Ama lo show, il pubblico si innamorerà di lei”.