Aryna Sabalenka senza limiti: Wuhan è sua

Aryna Sabalenka senza limiti: Wuhan è sua

Ad appena 20 anni di età, Aryna Sabalenka si aggiudica il suo primo titolo Premier 5. A Wuhan non ha concesso chance ad Anett Kontaveit, battuta in due set. “Prima tiravo forte su ogni palla, adesso ho iniziato a pensare sul campo da tennis. 50% del merito è del mio coach Dmitry Tursunov”. Lunedì sarà n.16 WTA.

La crescita inarrestabile di Aryna Sabalenka

La crescita inarrestabile di Aryna Sabalenka

Volti nuovi in finale a Wuhan: Aryna Sabalenka cancella l'ultima testa di serie in gara e si giocherà il titolo contro Anett Kontaveit. Percentuali “maschili” al servizio le consentono di tenere a bada Ashleigh Barty: in finale partirà favorita. “Non mi aspettavo di raggiungere questo livello”.

WTA Tour, la girandola di mezza stagione

WTA Tour, la girandola di mezza stagione

Significativi cambi di coach nel circuito WTA: Jelena Ostapenko chiude con David Taylor ed è in cerca di un nuovo allenatore. L'australiano, tuttavia, dovrebbe aver trovato un incarico di prestigio con Madison Keys (che ha chiuso con la Davenport). Cambia anche Anett Kontaveit: addio a Glenn Schapp, arriva Nigel Sears.

La magia Slam di Madison e Sloane

La magia Slam di Madison e Sloane

Il Roland Garros era l'unico Slam in cui Madison Keys e Sloane Stephens non avevano raggiunto i quarti. Ce l'hanno fatta a poche ore di distanza e – in teoria – potrebbero trovarsi in semifinale. Sloane si diverte a giocare sulla terra battuta, Madison sta imparando.

Elina bussa al club delle pluri-campionesse

Elina bussa al club delle pluri-campionesse

Nella storia degli Internazionali d'Italia al femminile sono state nove le giocatrici capaci di vincere il titolo per due anni di fila. Elina Svitolina può diventare la decima? Nella semifinale contro Anett Kontaveit dimostra di avere tutte le intenzioni di farcela, dominando dall'inizio alla fine. Attenzione: ha vinto tutte le ultime sette finali giocate.

Roma, la città magica della Kontaveit

Roma, la città magica della Kontaveit

Per il secondo anno di fila, Anett Kontaveit centra i quarti agli Internazionali BNL d'Italia. Tra le otto ancora in gara, è davvero l'unica intrusa. Supera Venus per la seconda volta in sette giorni e si conferma potente e versatile. Ex danzatrice come la Ostapenko, potrebbe essere una mina vagante proprio a Parigi.

Fed Cup: Kaia Kanepi aveva chiesto 100.000€!

Fed Cup: Kaia Kanepi aveva chiesto 100.000€!

La n.66 WTA ha rinunciato alla Fed Cup perché non ha trovato l'accordo con la federazione: le avevano offerto 50.000 euro, ma ne aveva chiesti il doppio. Le sarebbero serviti per pagare il coach Dusan Vemic. Sfuma il sogno promozione: beffa ancora maggiore, visto che avevano scelto di giocare in casa proprio perché pensavano di contare su Kanepi e Kontaveit...

La  Kontaveit manda un segnale a Wimbledon

La Kontaveit manda un segnale a Wimbledon

Primo titolo per Anett Kontaveit: la 21enne estone vince a 's-Hertogenbosch e si conferma competitiva sull'erba, dove vanta anche una finale a Wimbledon junior. In un circuito femminile aperto a mille sorprese, potrebbe essere tra le mine vaganti a Londra. In finale ha lasciato cinque game alla Vikhlyantseva.

Simona sente profumo di doppietta

Simona sente profumo di doppietta

Simona Halep rifiuta il ruolo di favorita per Roma e Parigi, ma il campo sta dicendo l’esatto contrario. La rumena regola in due set le ambizioni di Anett Kontaveit, conquista la nona vittoria consecutiva e si regala la terza semifinale al Foro Italico nelle ultime cinque edizioni. “Il mio match migliore: c’è un po’ di stanchezza, ma in campo mi sento benissimo”.

Il rovescio di Delpo, Zverev il diplomatico...

Il rovescio di Delpo, Zverev il diplomatico...

Senza coach, ma munito di fidanzata, Juan Martin Del Potro si è portato la macchina del tempo e demolisce gli avversari come negli anni d'oro. Tornerà grandissimo? L'abilità diplomatica di Sascha Zverev, il libro della Santangelo, le (poche) risposte della Kontaveit e l'inedito duo Errani-Trevisan.

Non è un torneo per numeri uno

Non è un torneo per numeri uno

Angelique Kerber non vince più: contro la qualificata estone Anett Kontaveit la regina (?) del ranking WTA si blocca sul 4-2 al primo set, perdendo dieci giochi consecutivi. Significativa la conferenza stampa della rivale, davanti a una decina scarsa di cronisti: ormai il nome di chi batte la Kerber non conta più, visto che pare diventato all’ordine del giorno. Piange Roma, che perde all’esordio i due numeri uno del mondo.

Il primo titolo WTA di Marketa, la predestinata

Il primo titolo WTA di Marketa, la predestinata

A neanche 18 anni, Marketa Vondrousova si aggiudica il suo primo titolo WTA. Era la sua seconda apparizione nel circuito maggiore. In finale ha superato Anett Kontaveit, peraltro cancellando due setpoint che avrebbero allungato il match al terzo. “Non so cosa farò con il prize money...se ne occuperà mia madre!”

Dal cilindro ceco spunta Marketa Vondrousova

Dal cilindro ceco spunta Marketa Vondrousova

Ancora giovani in evidenza: a Biel, prima finale WTA per la giovanissima Marketa Vondrousova, classe 1999. In due giorni ha fatto fuori Krystina Pliskova e Barbora Strycova, mostrando qualità davvero notevoli. E nel prossimo weekend giocherà la semifinale di Fed Cup. Per aggiudicarsi il titolo, dovrà superare Anett Kontaveit.